Grassi buoni e grassi cattivi

arterie, cardiache, colesterolo, diabete, grassi, grassi buoni, grassi vattivi, hdl, ictus, infarto, insaturi, ldl, malattie cardiache, monosaturi, muscoli, omega 3, polinsaturi, saturi, trgliceridi -

Grassi buoni e grassi cattivi

Tutti i nostri problemi di perdita di peso sarebbero risolti se eliminassimo il grasso dalle nostre diete?

Sfortunatamente, non è così semplice. In realtà abbiamo bisogno di grassi, non possiamo vivere senza di loro. I grassi sono una parte importante di una dieta sana: forniscono acidi grassi essenziali, mantengono la pelle morbida, apportano vitamine liposolubili e sono una grande fonte di carburante energizzante.

Tuttavia ci sono due tipi di grassi ed è molto facile confondersi tra grassi buoni e grassi cattivi. Quale grasso dobbiamo mangiare, come evitare i grassi trans intasatori di arterie e il ruolo degli acidi grassi omega-3 nella salute del cuore?

Scegliere i giusti tipi di grassi alimentari da consumare è uno dei fattori più importanti nel ridurre il rischio di malattie cardiache.

Grassi buoni contro grassi cattivi

Fondamentalmente, ci sono due gruppi di grassi: saturi e insaturi. All'interno di ogni gruppo ci sono molti altri tipi di grassi.

Iniziamo con i grassi buoni: i grassi insaturi. I grassi insaturi includono acidi grassi polinsaturi e grassi monoinsaturi. Sia i grassi mono che i grassi polinsaturi, se consumati con moderazione e usati per sostituire i grassi saturi o trans, possono aiutare a ridurre i livelli di colesterolo e ridurre il rischio di malattie cardiache.

I grassi polinsaturi, che si trovano principalmente negli oli vegetali, aiutano a ridurre sia i livelli di colesterolo nel sangue sia i livelli di trigliceridi, specialmente quando li si sostituisce con grassi saturi. Un tipo di grasso polinsaturo è costituito da acidi grassi omega-3, i cui potenziali benefici per la salute del cuore hanno ricevuto molta attenzione.

Gli Omega-3 si trovano nei pesci grassi (salmone, trota, pesce gatto, sgombro), così come semi di lino e noci. Ed è il pesce che contiene il tipo più efficace di "omega-3" a "catena lunga". L'American Heart Association raccomanda di consumare 2 porzioni di pesce grasso ogni settimana. 

Gli altri grassi insaturi "buoni" sono grassi monoinsaturi, pensati per ridurre il rischio di malattie cardiache. I paesi mediterranei ne consumano molti, principalmente sotto forma di olio d'oliva.

I grassi monoinsaturi sono tipicamente liquidi a temperatura ambiente ma si solidificano se refrigerati. Questi grassi salutari sono in genere una buona fonte di vitamina E antiossidante. Possono essere trovati nelle olive; avocado; Nocciole; mandorle; Noci brasiliane; anacardi; semi di sesamo; semi di zucca; e oli di oliva, colza e arachidi. (visita Starino per dare un'occhiata a moltissimi prodotti ricchi di grassi monoinsaturi)

I grassi "cattivi" nella dieta

Adesso dai cattivi. Ci sono due tipi di grassi che dovrebbero essere consumati con parsimonia: acidi grassi saturi e trans. Entrambi possono aumentare i livelli di colesterolo, ostruire le arterie e aumentare il rischio di malattie cardiache.

I grassi saturi si trovano nei prodotti di origine animale (carne, pelle di pollo, latticini ad alto contenuto di grassi e uova) e nei grassi vegetali che sono liquidi a temperatura ambiente, come gli oli di cocco e di palma. Le linee guida dietetiche del 2005 raccomandano di limitare i grassi saturi al 10% o meno delle calorie totali.)

 Anche piccole quantità di grassi trans artificiali possono aumentare il rischio di malattie cardiache aumentando il colesterolo "cattivo" LDL e diminuendo il colesterolo "buono" di HDL..

 

 

Il colesterolo LDL vs HDL

Il colesterolo non è solo qualcosa che si trova nel tuo corpo come il grasso intorno alla vita. È trasportato attraverso il flusso sanguigno da portatori fatti di grassi (lipidi) e proteine. Questi sono chiamati - nessuna grande sorpresa - lipoproteine.

Due tipi di lipoproteine trasportano il colesterolo da e verso le cellule. Uno è lipoproteina a bassa densità o LDL. L'altro è lipoproteina ad alta densità o HDL. La quantità di ogni tipo di colesterolo nel sangue può essere misurata con un esame del sangue. 

Colesterolo LDL (cattivo)

Il colesterolo LDL è chiamato colesterolo "cattivo" perché contribuisce ad accumuli di grasso nelle arterie (aterosclerosi). La placca accumulata occlude le arterie strette e aumenta il rischio di infarto, ictus e malattia delle arterie periferiche.

Colesterolo HDL (buono)

Il colesterolo HDL è colesterolo "buono". Consideralo come il colesterolo "sano", quindi i livelli più alti sono migliori. Gli esperti ritengono che l'HDL agisca da scavenger, portando il colesterolo LDL lontano dalle arterie e dal fegato.

Un livello di colesterolo HDL sano può proteggere da infarto e ictus. Gli studi mostrano bassi livelli di colesterolo HDL aumentano il rischio di malattie cardiache. Il colesterolo HDL non elimina completamente il colesterolo LDL. Solo un quarto o un terzo del colesterolo nel sangue viene trasportato dall'HDL.

Trigliceridi

I trigliceridi sono il tipo più comune di grasso nel corpo. Un alto livello di trigliceridi combinato con bassi livelli di colesterolo HDL o colesterolo LDL elevato è associato ad accumuli di grasso nelle pareti delle arterie. Ciò aumenta il rischio di infarto e ictus.


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati

Related Posts

Tutto sull'integrazione sportiva
Tutto sull'integrazione sportiva
Iniziamo con le basi...  Gli integratori alimentari non sono altro che i normali nutrienti, comunemente presenti nel ...
Read More
Cosa Mangiare: Omega 3!
Cosa Mangiare: Omega 3!
Nonostante i grassi vengano spesso etichettati come i principali responsabili del dilagare di obesità e malattie card...
Read More
Student Training
Student Training
You asked for it we made it! Un programma di allenamento per studenti in sessione da fare a fine giornata per ovviare...
Read More